↑ Torna a La Parrocchia

Stampa Pagina

Il Santo Titolare

DOMENICO SAVIO

Nato a Riva di Chieri il 2 aprile 1842
Morto a Mondonio d’Asti il 9 marzo 1857

Patronato: Ministranti, Cantori, Mamme in attesa
Etimologia: Dal latino dominicus = del Signore

 

Domenico Savio è l’angelico alunno di San Giovanni Bosco, nato a Riva presso Chieri (Torino) il 2 aprile 1842, da Carlo Savio e da Brigida Gaiato. Trascorse la fanciullezza in famiglia, circondato dalle cure amorevoli del padre che faceva il fabbro e della madre che era una sarta. 
Il 2 ottobre 1854 ebbe la fortuna d’incontrare Don Bosco, il grande apostolo della gioventù, il quale subito «conobbe in quel giovane un animo secondo lo spirito del Signore e rimase non poco stupito, considerando i lavori che la grazia divina aveva già operato in così tenera età». 
Domenico Savio chiuse la sua breve esistenza a Mondonio, il 9 marzo 1857, a soli 15 anni. Con gli occhi fissi in una dolce visione, esclamò: «Che bella cosa io vedo mai!». 
La fama della sua santità; suggellata dai miracoli, richiamò l’attenzione della Chiesa che lo dichiarò eroe delle virtù cristiane il 9 luglio 1933; lo proclamò Beato il 5 marzo 1950, Anno Santo; e, quattro anni dopo, nell’Anno Mariano, lo cinse dell’aureola dei Santi (12 giugno 1954). La sua festa si celebra il 6 maggio.

Ascolta da Radio Rai:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Ascolta da Radio Maria:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

PREGHIERA A SAN DOMENICO SAVIO

Angelico Domenico Savio, che alla scuola di San Giovanni Bosco imparasti a percorrere le vie della santità giovanile, aiutaci ad imitare il tuo amore per Gesù, la tua devozione per Maria, il tuo zelo per le anime, e fa’ che, proponendo anche noi di voler morire piuttosto che peccare, otteniamo la nostra eterna salvezza. Amen.

INNO A SAN DOMENICO SAVIO 

(Testo: E. Garro – Musica: L. Lasagna)

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l'ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.

Gloria, o Savio, a te si canti,
a te, fior di gioventù!
Deh! Noi pur tu rendi santi
nell’amor di tue virtù.
Deh! Noi pur tu rendi santi,
nell’amor di tue virtù.
Di rose e di gigli cospargi il sentier
all’alme anelanti al bene ed al ver!

O angelico Savio, dei giovani onor,
dal cielo tu guida i giovani cuor! (2 v.)
Salve a te, cui dà bellezza
l’innocenza e la pietà;
tu risplendi per purezza,
tu risplendi per pietà.
Tu risplendi per purezza,
tu risplendi per bontà. Rit.
Santa fu tua vita breve
nella luce dell’altar;
col candore della neve
tu volesti conservar.
Col candore della neve
tu volesti conservar. Rit.
O che in fulgidi splendori
vivi eterno, astro novel,
dei celesti tuoi favori
deh! fa’ parte a noi dal ciel!
Dei celesti tuoi favori
deh! fa’ parte a noi dal ciel! Rit.
Di don Bosco alunno, ascolta
nostro fervido sospir:
fa’ che l’alma in cielo accolta
possa un dì con te gioir.
Fa’ che l’alma in cielo accolta
possa un dì con te gioir. Rit.